Le 10 regole per avere un centro estetico di successo (le ultime stravolgeranno il tuo centro)

Ci sono centri estetici di successo, pochi, e ci sono parecchi centri estetici in forte crisi.

E questo indipendentemente dalle dimensioni del centro o dal paese o città in cui si trovano e lavorano.

Ci sono infatti, e te ne sarai accorta anche tu, grandi centri estetici con decine di addetti (dalla callista alla massaggiatrice, dalla professionista in make up alla visagista) che versano in condizioni economiche disastrose e poi ci sono piccoli centri magari con solo due collaboratrici che invece a fine mese regalano grandi soddisfazioni a propri titolari.

In questo articolo ti voglio fare un regalo. Ti voglio ricordare quali sono le 10 regole per avere un centro estetico di successo.

Ma prima di farti leggere con calma questo articolo voglio fare due premesse.

Prima premessa. In questo articolo NON ti svelerò il segreto del successo. Non ti regalerò la ricetta magica per avere l’agenda sempre piena. Non lo farò perché NON ESISTE nessun segreto né nessuna ricetta né la pozione magica.

Solo il vero impegno, la costanza e la professionalità ti possono portare ad avere successo in ciò che fai, se lo meriti. Le prime regole dell’elenco possono apparire scontate. Però devi essere sincera con te stessa ed ammettere se queste regole, seppur scontate, le metti in pratica per davvero.

Se le metti in pratica, lo fai secondo una logica? I tuoi clienti percepiscono davvero ciò che fai per loro oppure è solo un film che ti fai nella tua testa?

Seconda premessa: se le prime regole che ti svelo le conosci già e in qualche modo le hai fatte tue all’interno del tuo centro, ti chiedo di concentrarti attentamente sulle ultime 3, perché sono convinta che non le applichi davvero. Quindi se le prime 7 regole ti sono chiare, presta particolare attenzione alle ultime 3.

1. Le solite, scontate ma indispensabili, cose;

Sotto il cappello di questa prima regola riassumerò tutte quelle azioni che considero di base per qualunque tipo di business che voglia, non dico essere di successo, ma che si possa definire tale e rimanere aperto a fine mese.

Parlo di aggiornamento, che assolutamente non deve mai venir meno; di educazione e gentilezza nei confronti della clientela che spesso è vittima degli umori di titolari frustrati dagli eventi personali; di avere un nome (per il centro estetico, intendo) che sia facilmente pronunciabile e che rimanga impresso; e di avere una vetrina ben fatta con un’insegna leggibile e ben illuminata.

Ti sembra banale, vero? Lo è. Ma ti assicuro che se adesso esco di casa e faccio il conto di quanti centri estetici incontro per strada, almeno 3 non hanno né vetrina né insegna. Ti posso assicurare che molti titolari di centri estetici considerano l’aggiornamento una vera noia inutile e l’ultimo che hanno frequentato risale all’anno di apertura della loro attività.

2. La cura e pulizia del centro e quella personale;

marketing estetista

La prima impressione è quella che conta. Niente di più vero. Se io entro in un ristorante e trovo le posate e i bicchieri sporchi, mi alzo e me ne vado. Se vado da un dentista e la sala d’aspetto è sporca e l’arredamento è sciatto, mi alzo e me ne vado.

Se pago io voglio un servizio almeno che sia curato. Tu no? Quindi cura la pulizia del tuo centro e anche l’igiene personale, tua e anche delle tue collaboratrici. Non ti devi offendere. A te non darebbe fastidio se al ristorante, il cameriere emanasse un odore non proprio di violetta?

Per quanto riguarda l’arredamento, non ti sto dicendo di investire parecchi soldi in una costosa ristrutturazione. Puoi benissimo apportare delle migliorie costanti senza dover per forza chiamare muratori e architetti. I tuoi clienti lo noteranno e apprezzeranno la tua costante attenzione al dettaglio.

PS. Se vuoi imparare le tecniche di vendita più avanzate per far triplicare gli incassi del tuo centro e se vuoi diventare il Centro Estetico più famoso e conosciuto della tua zona creando un brand specializzato e, ancora, se vuoi creare delle procedure standardizzate per fare in modo che tutto funzioni alla perfezione senza lasciare margini di “scelta” alle tue collaboratrici, allora devi partecipare al Corso Estetista Imprenditrice, l’Evento di Marketing Pratico per Centri Estetici che si svolgerà a Bologna l’11 e il 12 marzo 2018. Clicca qui per partecipare: www.estetistaimprenditrice.it/corso

Corso Estetista Imprenditrice

3. Orari flessibili ma rispetto e puntualità degli appuntamenti;

pubblicità per estetiste

Questa regola vale per te, per i tuoi collaboratori e per i tuoi clienti. Se l’orario di apertura del centro è alle 9, tu e tutto il tuo staff alle 9 dovete esser pronti ad accogliere il primo cliente. Non dovete farlo aspettare perché state prendendo il caffè al bar o state finendo la sigaretta. Fai in modo di essere puntuale, questo porterà dei benefici importanti a tutta l’organizzazione della tua giornata lavorativa.

Stessa cosa deve valere anche per la cliente. Spiega con educazione e gentilezza che se la cliente arriva in ritardo questo potrebbe ripercuotersi sull’andamento di tutti i servizi successivi. Sii chiara e ferma nel dirlo, ma mai scortese.

Vedrai che apprezzeranno.

4. Usa solo prodotti di qualità;

Ci sono centri estetici che usano prodotti di bassissima qualità in cabina (camuffandoli con il pack di prodotti di alta qualità) che, spacciandoli per top di gamma, vendono poi al cliente a cifre elevate.

Questo è scorretto e alla lunga il cliente se ne accorge e non torna più.

Usa e vendi gli stessi prodotti, che siano di qualità e che abbiano il giusto prezzo. Non puntare solo sul costo basso perché pensi che esista solo una clientela orientata al prezzo. Quel tipo di cliente prima o poi lo perderai comunque perché egli sarà sempre alla ricerca del risparmio, per lui, scegliere il tuo centro o quello orientale a 100 metri di distanza, non fa alcuna differenza.

Tu devi puntare a clienti che sono sì sensibili al prezzo ma che riescono a percepire la qualità del tuo servizio/prodotto e che quindi sono disposti a considerare di fare un compromesso a favore della qualità.

5. Utilizza, bene, i social!

marketing centri estetici

Internet e i social network (Facebook, Instagram, Whatsapp, Snapchat…) negli ultimi anni hanno rivoluzionato il nostro concetto di relazioni umane. I tuoi clienti che li usano e hanno sempre in mano uno smartphone sempre collegato ad uno di essi. Giusto?

Una delle regole che non devi mai dimenticare è quella di cercare di essere laddove ci sono i tuoi clienti. Se un tempo i clienti ti cercavano sulle Pagine Gialle, oggi lo fanno su Google e su Facebook. E tu devi fare in modo di esserci laddove ti cercano.

Quindi non ne puoi fare a meno. Chi sfrutta anche questi strumenti per il proprio centro, ha aumentato la propria lista clienti e di conseguenza, sta incrementando il proprio giro d’affari.

PS. Vuoi iniziare a gettare le basi per avere un centro di successo? Scarica gratis, se non l’hai ancora fatto, la guida: “7 Strategie di successo per fare esplodere le vendite del tuo centro estetico”, cliccando qui: estetistaimprenditrice.it/7strategie

6. Il tuo centro estetico è un’impresa a tutti gli effetti. Impara a gestirlo come tale.

Stiamo arrivando alle regole meno banali e scontate di questo elenco.

Purtroppo in Italia nessuno ti insegna a diventare il titolare di un’attività. Sin da quando inizi a studiare fino alla laurea, vieni educato a diventare un perfetto dipendente, a sognare il posto fisso e tutto quello che ne deriva.

Ma se solo decidi seguire il tuo sogno e di aprirti una attività tutta tua, lì iniziano i problemi.

Problemi derivanti dal fatto che tu non sei la dipendente del tuo centro ma sei la titolare e quindi sei un’imprenditrice.

Questo perché una volta aperto il tuo centro, scopri a tue spese, che gestire un centro è ben diverso che esserne una dipendente stipendiata. Ci sono conti da fare e tasse da pagare, fornitori da seguire e dipendenti da gestire, selezionare e formare. E ci sono strategie da studiare e da mettere in atto.

Può definirsi estetista la ragazza che fa parte del tuo staff e alla quale dai uno stipendio fisso. Ma non tu. Tu sei la titolare, quindi un’imprenditrice e come tale devi ragionare.

Quindi devi imparare a gestire le spese e a leggere i bilanci, devi conoscere il marketing per applicare al meglio le strategie per far crescere il tuo business. Se non ti muovi in quest’ottica, non sarai mai un vero e proprio imprenditore, e ti dovrai affidare ad altri muovendoti alla cieca. E chi ne risentirà di questo comportamento? Il tuo centro che, nel giro di qualche anno, rischierà la chiusura come molti altri prima del tuo.

Solo la costante formazione e la conoscenza ti eviterà di chiudere.

7. Crea il tuo staff

Sai qual è il peggior nemico, che esiste a prescindere da te, per la tua professione? Il tempo.

Se lavori 8/9 ore al giorno, il numero di clienti che puoi servire è limitato. Se anche avessi l’agenda sempre piena, i tuoi incassi sarebbero sempre limitati al numero di clienti che riesci a gestire da sola. E di conseguenza i tuoi guadagni non aumenterebbero mai.

E questo è un problema da risolvere.

Se, come ti ho detto prima, devi iniziare a ragionare da imprenditrice e quindi occuparti anche di tutti quegli aspetti che esulano dallo stare dentro una cabina con un cliente, allora puoi ben capire che non puoi fare tutto da sola. Non ti puoi sdoppiare. Il dono dell’ubiquità non ti è stato dato alla nascita, giusto?

Ecco che assumere personale per crearti uno staff, potrebbe risolvere il problema.

Avere del personale ti consentirebbe di incrementare i tuoi incassi. Se ad esempio da sola in una settimana incassi 1000 euro, con una dipendente potresti raddoppiare, con due triplicare.

Lo so non è così semplice ed forse è anche utopico, ma mi serve per farti capire il tipo di ragionamento che è alla base.

I veri centri estetici di successo sono quelli nei quali:

  • il titolare si occupa della gestione, dei conti, del marketing e delle attività strategiche;
  • il titolare si occupa di trovare sempre nuovi clienti perché sa come fare e grazie alle sue collaboratrici riesce a servirli secondo uno standard elevato.

Sai cosa fanno i titolari di un centro di successo?

Prima di tutto, studiano il sistema per trovare, costantemente nel tempo, sempre nuovi clienti. (come fa, te lo dico dopo)

Poi, come seconda cosa, hanno all’interno abbastanza personale qualificato e formato, che si occupa di servire tutti i clienti che prenotano i servizi , aumentando così i guadagni.

Dopo aver riempito il centro di clienti e assunto abbastanza personale… apriranno un secondo centro estetico in un’altra zona della città!

Sembra utopico, vero?

Eppure ti assicuro che succede proprio così nella vita di tutti i giorni. Chiaro è che non puoi fare tutto da sola.

Fino a quando non delegherai, assumendo del personale che faccia i servizi base al tuo posto, non potrai trasformare il tuo centro in un’attività redditizia e di successo.

8. In che cosa sei specializzata? Trova la tua specializzazione e comunicala.

Siamo giunti al sodo di questo articolo. Se le prime 7 regole ti sono familiari e in un certo senso le applichi già anche se ci sono ancora margini di miglioramento, ora iniziamo a parlare di marketing.

Sarò ripetitiva, ma seguimi per favore. Ci tengo affinché tu capisca che fare il marketing non equivale a fare pubblicità.

Il marketing ti permette di far decollare il business del tuo centro estetico.

Ora devi sapere che la stragrande maggioranza dei titolari dei centri estetici non sa cosa sia il marketing e se anche ne ha una vaga idea non lo ritiene importante per la sua attività.

Questo puoi sfruttarlo a tuo vantaggio. Perché se ti formerai imparando le basi del marketing e inizierai ad applicare anche poche ma chiare strategie il tuo vantaggio sarà abissale.

Quindi, la prima cosa che devi fare è stabilire la specializzazione del tuo centro.

A cosa mi riferisco quando parlo di specializzazione?

Mi riferisco a quel servizio che puoi fare meglio di chiunque altro all’interno del tuo mercato di riferimento.

Diventare quindi lo specialista in quel servizio. Il numero 1.

Oppure, diventare lo specialista di un servizio, o trattamento, che nessuno dei tuoi concorrenti in zona copre in modo adeguato. Ad oggi ci sono professionisti nel tuo settore che sono gli specialisti per la depilazione, per le tecniche di massaggio o per il make up.

Perché è una strategia vincente? Per una lunga serie di motivi.

Prima di tutto perché ci sono numerosi centri estetici nel tuo paese o città che sono percepiti come identici, indistinti, dai clienti.

Tu, se non ti specializzi, verrai associato, nella mente del potenziale cliente alle migliaia di attività del tuo settore. Tutte uguali.

Magari qualcuno ti preferirà per la tua simpatia (ma se un giorno ti svegli con la luna di traverso, che fai?) o per i tuoi prezzi (ma se apre un altro centro a 50 metri che ha prezzi più bassi dei tuoi, che fai?).

Ma se sai brava a trovare una tua specializzazione riuscirai a ricavarti una nicchia importante nel tuo settore, e quindi sarai diversa e unica.

Poi perché essere specialisti significa anche essere percepiti come i migliori.

Ad esempio, se hai problemi di salute, ti rivolgi dapprima al medico generico ma poi volendo risolvere quel particolare problema che ti affligge ricorri allo specialista, non badando di certo al prezzo.

Questo perché lo specialista si occupa solo di risolvere quel determinato problema e non altri cento differenti e quindi la sua preparazione sarà indiscutibilmente la più approfondita nel settore.

Così come il medico specialista, tu dovrai diventare lo specialista di un servizio e proporti come il migliore nel tuo campo in grado di svolgerlo.

Ora starai sicuramente pensando: se mi specializzo perderò una vagonata di clienti che si rivolgeranno altrove per svolgere gli altri servizi.

Ed è qui che voglio farti ragionare.

Ho forse detto di non svolgere altri servizi?

Quello che devi fare è concentrarti su un servizio e farlo alla perfezione e comunicare quella specializzazione alla tua clientela. Non devi però perdere tempo e risorse nel comunicare gli altri servizi.

Va da sé che se sei lo specialista nel trucco per le spose, ad esempio, ed entra una ragazza che vuole un make up per una serata particolare, di certo non la caccerai via, ma ti assicurerai di svolgere anche quel servizio al meglio delle tue possibilità.

Quindi ricapitolando, devi concentrare la tua comunicazione e le tue strategie di acquisizione clienti (punto successivo) sulla tua specializzazione.

Un errore molto comune e a mio avviso molto grave, è quello di non comunicare la tua specializzazione, sprecando così tempo, denaro e il tuo impegno nel cercare di distinguerti da tutti gli altri centri.

9. Crea un flusso costante di nuovi clienti

L’unica cosa di cui assolutamente non puoi fare a meno all’intero del tuo centro sono i clienti. E’ l’unica risorsa che ti permette di tenere in piedi la tua attività e di guadagnare.

Il segreto è quello di incrementare il numero dei tuoi clienti per incrementare così anche i tuoi guadagni. Semplice, vero?

No, non sto dicendo che sia facile ma sono certa che è la prima volta che pensi alla tua attività da questo punto di vista. Ho ragione?

Se sarai in grado d aumentare il numero dei tuoi clienti, la tua attività ne gioverà sicuramente in termini di incassi.

E per aumentare il numero dei clienti che varcano la soglia del tuo centro e prenotano un servizio, devi mettere in pratica delle strategie di acquisizione clienti.

Perché non ti basta più tirar su le serrande e aspettare o sperare che il passaparola faccia tutto il lavoro al posto tuo. E sopratutto non basta più, il passaparola come lo intendi tu.

Le strategie di acquisizione clienti sono molte e non si limitano solo al passaparola o a Facebook.
Se vuoi approfondire di più l’argomento ti invito a leggere anche questo articolo: come incrementare i tuoi clienti usando le risorse gratuite.

Quello su cui voglio che concentri la tua attenzione è che per creare una strategia valida di acquisizione clienti ti devi basare sui principi del marketing a risposta diretta, cioè devi creare delle promozioni con un servizio base a un costo davvero vantaggioso per il cliente, per poi far si che quel cliente da nuovo diventi un cliente fedele nel tempo.

10. Raccogli i dati del cliente per fidelizzarlo

Quando un nuovo cliente mette piede nel tuo centro devi compiere un azione fondamentale e imprescindibile per l’andamento della tua attività.

Devi raccogliere ogni tipo di informazione relativa al tuo cliente.

Che cosa sai di quel cliente? Conosci i suoi gusti? Conosci le sue preferenze?

Ma soprattutto, sai come contattarlo direttamente nel caso tu avessi una nuova promozione da proporre o semplicemente per ricordargli dopo un lungo periodo di assenza che tu sei sempre lì?

Per non cadere nel dimenticatoio o per non “essere tradito” devi raccogliere i dati di ogni tuo cliente all’interno di una scheda che avrai premura di aggiornare costantemente. Devi anche creare una mailing list (lista di indirizzi mail) per poter inviare a tutti i tuoi clienti ogni nuova promozione o comunicazione del tuo centro estetico.

Lo fai?

Rispondi sinceramente. Te lo chiedo perché di solito mi rispondono quasi sempre affermativamente ma poi scopro che non fanno niente di tutto ciò. Che non hanno un archivio dei dati dei loro clienti e spesso non ricordano nemmeno il nome di persone che hanno speso dei soldi da loro.

Ora voglio fare chiarezza anche su un altro punto.

Spendere dei soldi per creare delle promozioni per acquisire nuovi clienti ma non raccogliere i dati di chi prenota il servizio è un errore grave e stupido. Così facendo ti porterai dentro solo clienti attirati dal prezzo che, esaurita la promozione, torneranno dalla loro estetista di fiducia.

Siamo giunti alla fine. Finito qua? Si

Queste sono 10 semplici regole, alcune scontate e banali. Lo so. Ma so anche che se applicate con costanza, senza dimenticarne nemmeno una, possono far diventare il tuo centro estetico un centro di successo.

estetista imprenditrice

 

Tutto ciò di cui ti ho parlato oggi e molto altro, lo trovi approfondito nel mio libro “Da estetista a Imprenditrice, Manuale pratico per l’estetista di successo”.

Il primo manuale pratico e di semplice lettura per le titolari dei centro estetici che voglio diventare delle vere imprenditrici del proprio business.

Clicca qui per averlo subito.

Comments

  1. Mariangela says

    ciao Michela, volevo commentare questo articolo molto interessante, quando ci conosceremo io parlo poco ma scrivo tanto 🙂
    1. per quanto riguarda il nome del centro estetico come già ti ho scritto in un’altro post l’ho cambiato perchè chi viene da me non dice vado da segreti di bellezza, ma dice vado da Mariangela 🙂 l’insegna l’ho cambiata x ben tre volte, che invece di investire questi soldi x 3 cambiamenti potevo fare un viaggio (che non ho mai fatto solo x corsi) .
    2. per quanto riguarda la pulizia io sono molto precisa e pulita e di questo ne sono contenta perchè sono le clienti stesse che lo vedono come pulisco e sterilizzo gli attrezzi, ma si può migliorare anche se io il lunedì quando sono chiusa non vado a fare shopping ma sto chiusa in negozio a pulire.
    3. per quanto riguarda l’orario di apertura io apro alle 9 ma alle 8:15 max 8:20 sono in negozio x accendere la ceretta fare cambiare l’aria e sistemare anche se io la sera non vado via se non è tutto sistemato.
    Per quanto riguarda la puntualità della cliente ci sono delle clienti super puntuali e clienti che se la prendono comoda infatti con chi so già che ritarda x abitudine mi organizzo quando posso.
    4. per quanto riguarda i prodotti io sia in cabina che x la vendita utilizzo gli stessi prodotti e non uso prodotti di bassa qualità x la cabina sono tutti gli stessi e non travaso neanche i prodotti in bottiglie che hanno un’altra marca, questo lo dico perchè conosco colleghe che lo fanno…..purtroppo.
    5. per i social sono abbastanza aggiornata ora sto ultimando il mio sito internet che grazie al tuo libro lo sto costruendo io .
    6. per quanto riguarda le strategie del centro estetico x diventare imprenditrice penso che non si finirà mai d’imparare e anche vero che quando ho aperto sembrava un gioco ora sembro un contabile perchè io non so se è un pregio o un difetto ho tutto scritto
    7. questo punto dobbiamo rivederlo perchè ho avuto brutte esperienze con il personale e x questo ho deciso di lavorare da sola, però possiamo parlarne 🙂
    8. la specializzazione ci sto lavorando e aspetterò il tuo corso per decidermi definitivamente.
    9. per il flusso di clienti nuovi ci sto lavorando, sempre grazie al tuo libro (x me ormai è la bibbia)
    10 per quanto riguarda l’ultima non meno importante regola io scrivo tutto del cliente da quando entra x la prima volta quello che acquista il giorno a che cosa è allergico; mi sono fatta delle sotto cartelle in clienti estivi, clienti attivi, clienti inattivi…..e purtroppo anche clienti persi, ma cmq nel tempo ritornano 🙂
    scusa x la lunghezza, ma mi faceva piacere rispondere a questo articolo
    a presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *